Tutte le news
Azienda

Nuovo Codice della Strada.

Immagine

Il nuovo Codice della Strada è entrato in vigore dal primo gennaio 2021.

La maggior novità di rilievo risulta essere l’introduzione della categoria definita come “utenti vulnerabili”, intendendo tutti quei soggetti maggiormente a rischio: pedoni, ciclisti, conducenti di ciclomotori e motocicli e soggetti disabili.
Nei confronti di tali soggetti, più esposti a rischi su strada, sono state previste misure a tutela, pensate per agevolare gli spostamenti e ridurre i possibili disagi.

Una novità sul versante economico prevista dal Codice della Strada è, invece, relativa agli importi delle sanzioni più alte. Per quelle oltre i 250 euro è stata prevista una diminuzione dello 0,2% grazie all’adeguamento dell’inflazione. Inoltre viene inserito il diritto al cashback per le spese relative al pagamento del bollo auto e dell’assicurazione.


Un elemento di novità coinvolge anche il delicato tema della responsabilità personale del guidatore. Viene infatti introdotta la possibile sanzione del conducente quando un maggiorenne, come passeggero, non rispetta l'uso dei dispositivi di sicurezza. Il guidatore del veicolo ha ora l'obbligo di verificare l'utilizzo idoneo e corretto delle cinture di sicurezza proprie e dei passeggeri.

Torna su