Tutte le news
Software

Una smart city volante

Immagine

Al Consumer Electronics Show di Las Vegas Hyundai ha presentato l'S-A1, un prototipo di velivolo che entrerà in produzione nel 2023 e che permetterà alle persone di spostarsi velocemente da una parte all'altra di una metropoli.

LAS VEGAS - Le metropoli esistenti sono messe in crisi dal drastico aumento della popolazione e da un traffico ormai quasi insostenibile.

L’azienda coreana, al Ces di Las Vegas, ha fatto sognare le menti di tutti i presenti al convegno illustrando come proverà a rendere più vivibili le città del futuro. L’idea è quella di riorganizzare i trasporti non solo a terra, ma anche in aria. I cittadini si muoveranno in strada a bordo di mini bus da 4 o 6 metri a guida totalmente autonoma, e in cielo nientemeno che su taxi volanti chiamati S-A1. Quest'ultimi - realizzati in partnership con Uber - potranno trasportare fino a quattro passeggeri, più il pilota del velivolo.

Il costo? L’azienda promette: "Sarà alla portata di tutti”.
Youngho Chi, CEO dell'azienda sudcoreana, ha infatti parlato di "voli democratici”, muoversi da una parte all'altra della metropoli, ha rassicurato, sarà "a buon mercato".
L'S-A1, il piccolo aereo con sei eliche che Hyundai pensa di produrre a partire dal 2023, è praticamente identico - certo con qualche elica in più - al progetto di taxi volante che Uber aveva presentato nel 2017.

"Siamo all'alba di una nuova era in cui il tempo dedicato agli spostamenti si ridurrà drasticamente" ha detto al Ces il capo di Urban Air Mobility di Hyundai. L’idea, ambiziosa ma sicuramente suggestiva, dell’azienda sudcoreana è quella di costruire piccoli hub su cui  far atterrare gli S-A1, in strada, ad attendere i cittadini volanti, ci saranno piccoli bus a guida autonoma che serviranno per gli spostamenti più capillari.

Torna su